Cosa sono gli organizzatori anticipati

Nel precedente articolo abbiamo sintetizzato i consigli del prof. Giuseppe Pellegrino su come creare una mappa concettuale efficace.

In quella occasione si è accennato agli organizzatori anticipati.

In questo secondo video il prof. Giuseppe Pellegrino torna sull’argomento dandone un approfondimento.

In sintesi:

  • Gli organizzatori anticipati sono tutti quegli elementi che permettono di meglio orientarsi in un qualsiasi contenuto informativo. In questo senso anticipano il contenuto informativo stesso.
  • Gli organizzatori anticipati ci aiutano a rispondere alla domanda: di cosa stiamo parlando?
  • Un’altra loro importante funzione è quella di facilitare la contestualizzazione di un determinato argomento all’interno di un più ampio mondo conoscitivo.
  • Sono inoltre essenziali per organizzare l’informazione in maniera più efficiente e facilitare quindi la memorizzazione dei contenuti. In questa ottica sono utilissimi quando si deve prendere appunti.
  • Gli organizzatori anticipati ci agevolano nel momento in cui abbiamo la necessità di riprendere un argomento a distanza di tempo facilitandone il recupero e la comprensione.

A caccia degli organizzatori anticipati

Per estrarre gli organizzatori anticipati da un testo, o da una qualsiasi presentazione, può essere utile procedere in questo modo:

  • individuare le parole-chiave;
  • isolare le caratteristiche generali di un determinato argomento;
  • cogliere i punti essenziali di una procedura o gli snodi principali di un evento;
  • sintetizzare le informazioni generali di base (chi?, cosa?, quando?, ecc.);
  • focalizzare il significato trasmesso da eventuali immagini.

Dagli organizzatori anticipati alla mappa concettuale

Una volta che si siano individuati tutti i principali organizzatori anticipati, è possibile finalmente organizzarli in maniera strutturata e coerentemente relazionata in una mappa concettuale che dovrà essere:

  • coerente: ovvero riferirsi principalmente al contenuto informativo analizzato;
  • creativa: ovvero deve poter essere nel tempo facilmente ripresa per essere ampliata o modificata in base a delle nuove conoscenze.

In conclusione

La creazione delle mappe concettuali dovrebbe diventare uno strumento abituale nello studio di un qualsiasi argomento, e questo perché soltanto esercitandosi con regolarità nella loro costruzione si possono ottenere i frutti migliori.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *